Ferrochron®

Ferrochron® è una composizione cronobiologica di micronutrienti per integrare tutte le sostanze vitali che sono carenti dal punto di vista nutrizionale o che sono necessarie con maggiore frequenza a causa di determinati stili di vita, al fine di sostenere il normale metabolismo energetico e la normale formazione dei globuli rossi, nonché di ridurre la stanchezza e l’affaticamento.

Nº. prodotto
Descrizione prodotto
Contenuto / Quantità
Prezzo
 
LHP92301
Ferrochron®
30comp
25,95 
- +
LHP92303
Ferrochron®
3x30comp
62,30 
- +
LHP92301 Ferrochron®
30comp € 25,95
&nbbsp;
LHP92303 Ferrochron®
3x30comp € 62,30
&nbbsp;

Questo prodotto è disponibile mediante la ditta Ordini ora questo prodotto a ChronobrandsChronobrands.

Il ferro si trova principalmente in alimenti come la carne scura (soprattutto fegato, manzo e maiale). Sebbene alcuni alimenti vegetali, come frutta, verdura e cereali, contengano ferro, l’organismo è in grado di assorbire questa sostanza molto meglio dagli alimenti di origine animale. Il ferro è un microelemento essenziale che svolge un ruolo in numerosi processi metabolici, in particolare quelli associati al trasporto di ossigeno e alla regolazione della crescita e della differenziazione cellulare. Il ferro è coinvolto in oltre 100 processi metabolici dell’organismo. Poiché l’organismo non è in grado di produrre autonomamente il ferro, è necessario ottenerlo dagli alimenti. La carenza di ferro è la più comune carenza di nutrienti a livello mondiale. La carenza di ferro si sviluppa gradualmente; inizia con un bilancio negativo del ferro quando l’apporto alimentare è insufficiente a soddisfare il fabbisogno giornaliero dell’organismo.

La carenza di ferro comporta una riduzione dell’apporto di ossigeno alle cellule e quindi una riduzione delle prestazioni fisiche, oltre a stanchezza e indebolimento del sistema immunitario. Pallore, pelle secca, unghie fragili e tendenza al sovrappeso sono altre conseguenze comuni della carenza di ferro.

Le donne, i bambini e le donne in gravidanza sono particolarmente a rischio. Si stima che il 22% delle donne nei Paesi industrializzati ne sia affetto. Fino al 47% di tutti i bambini in età scolare nel mondo soffre di anemia e il 25% di questi soffre di anemia da carenza di ferro, la conseguenza peggiore della carenza di ferro.

Il ferro, o più precisamente il sale di ferro, può esistere in due forme: Ferro ematico e ferro non ematico. Il primo si ottiene dall’emoglobina e si trova negli alimenti di origine animale. Il secondo si trova nei prodotti vegetali ed è la forma contenuta in quasi tutti gli integratori alimentari o negli alimenti arricchiti.

Esistono diversi fattori che influenzano l’assorbimento del ferro non ematogeno da parte dell’organismo; ad esempio, molti alimenti e bevande contengono ingredienti che compromettono l’assorbimento del ferro. Anche alcune malattie e alcuni farmaci possono inibire l’assorbimento del ferro. Inoltre, i diversi sali di ferro vengono assorbiti in modo diverso nelle varie parti del tratto gastrointestinale.

Se si sfrutta questa conoscenza, i vari sali di ferro devono essere utilizzati in modo da essere assorbiti dall’organismo al momento giusto nella giusta zona del tratto gastrointestinale.

Il ferro bisglicinato è un sale di ferro che viene assorbito particolarmente bene nello stomaco. Successivamente, quando arriva nelle altre sezioni dell’intestino, la biodisponibilità di questo sale di ferro è piuttosto bassa. Nel duodeno e nelle sezioni superiore e media dell’intestino tenue, invece, il sale di ferro solfato viene assorbito senza problemi. A differenza di altri sali di ferro, la biodisponibilità del sale di solfato ferroso può essere aumentata con la contemporanea assunzione di vitamina C. Un terzo sale di ferro, il pirofosfato di ferro, viene assorbito dall’organismo principalmente nell’intestino tenue.

La combinazione dei tre sali di ferro riduce al minimo assoluto la quantità di solfato di ferro, il sale che a livelli più elevati è spesso responsabile della costipazione intestinale, massimizzando così la tollerabilità e garantendo al contempo un’elevata biodisponibilità del ferro totale contenuto.

Ci sono alcuni gruppi di persone in cui la carenza di ferro è più frequente e che dovrebbero prestare particolare attenzione a una dieta ricca di ferro, ad esempio le donne con mestruazioni abbondanti, ma anche le donne in gravidanza e in allattamento.

Per ridurre il rischio di carenza progressiva di ferro nelle persone sane, la dose giornaliera raccomandata di ferro nella dieta è di circa 11 mg per i neonati tra i sette e i dodici mesi, 7 mg per i bambini tra uno e tre anni, 8 – 11 mg per i bambini dai quattro anni in su, 8 mg per gli uomini, 15 – 18 mg per le donne adulte in età fertile e almeno 27 mg per le donne in gravidanza.

Se l’apporto di questi nutrienti attraverso la dieta non è sufficiente o il fabbisogno è aumentato, è possibile integrarli con speciali integratori alimentari. I prodotti combinati a orientamento cronobiologico tengono conto della diversa biodisponibilità di questi nutrienti. Come regola generale, l’integrazione di ferro con qualsiasi sale dovrebbe essere assunta nel tardo pomeriggio, circa 120-30 minuti prima dell’ultimo pasto.

Una compressa di Ferrochron® contiene:
dose giornaliera
Ferro composto da: Ferro da 10 mg di rilascio immediato (sotto forma di bisglicinato nello stomaco) Ferro da 10 mg di rilascio leggermente ritardato (sotto forma di solfato nel duodeno, dopo 1 – 2 ore) Ferro da 10 mg di rilascio fortemente ritardato (sotto forma di pirofosfato microincapsulato nel digiuno-ileo, dopo 2 – 4 ore)
30 mg
Vitamina C (a rilascio nel duodeno, dopo 1 – 2 ore)
70 mg

Altri componenti: cellulosa microcristallina (compreso idrossipropilmetilcellulosa e sodium carbossimetilcellulosa), fosfato bicalcico, SiO2.

Generalmente si consiglia di assumere 1 compressa (ferro elementare) al giorno 120 – 30 minuti prima della cena. In caso di carenza di ferro acuta o nelle donne in gravidanza, la dose può essere aumentata a 2 compresse al giorno.

I bambini di età superiore ai 6 anni possono assumere una compressa al giorno, dietro parere del medico curante. Assumere la compressa con una sufficiente quantità di liquido (non con latte, caffè, alcol o succhi di frutta).

Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta equilibrata e varia e di uno stile di vita sano. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Conservare al riparo dalla luce e all’asciutto, a temperatura ambiente.
Le informazioni pubblicate non costituiscono una cura e non sono intese come richiesta o suggerimento di automedicazione.

Sebbene alcune delle affermazioni sopra riportate sui singoli micronutrienti derivino da studi scientifici, sono state classificate come "non ancora sufficientemente provate" da autorità ufficiali come l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), il che significa che non è possibile confermare alcun effetto positivo.
Il prodotto qui descritto non è stato valutato in modo definitivo dalla Food and Drug Administration (FDA; USA) o dall'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA; Europa). Questo prodotto non è destinato a diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia".
Salvo errori e refusi.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Ferrochron®”