Neurochron®

Neurochron® è una composizione cronobiologica di micronutrienti per integrare tutte le sostanze vitali che sono carenti dal punto di vista nutrizionale o che sono richieste con maggiore frequenza a causa di determinati stili di vita, al fine di sostenere le normali prestazioni mentali e la normale funzione psicologica.

Nº. prodotto
Descrizione prodotto
Contenuto / Quantità
Prezzo
 
LHP90611
Neurochron®
60caps
95,12 
- +
LHP90613
Neurochron®
3x60caps
228,28 
- +
LHP90611 Neurochron®
60caps € 95,12
&nbbsp;
LHP90613 Neurochron®
3x60caps € 228,28
&nbbsp;

Questo prodotto è disponibile mediante la ditta Ordini ora questo prodotto a ChronobrandsChronobrands.

L’invecchiamento è quasi sempre associato a un lento declino della capacità mentale, della concentrazione e della memoria. Questo comporta delle sfide per l’individuo, che deve imparare a gestire questi cambiamenti; una lotta che può in ultima analisi influenzare il suo umore generale.

Tuttavia, è necessaria una diagnosi precoce per ottimizzare le capacità cognitive in età avanzata. Questo è importante per poter introdurre con successo misure preventive.

Oggi è riconosciuto un modello integrato per il mantenimento della forma fisica del cervello. Questo modello combina una dieta equilibrata e un moderato allenamento fisico con esercizi speciali per allenare le capacità cognitive e forme specifiche di meditazione.
Anche alcune vitamine, minerali, fosfolipidi ed estratti vegetali selezionati possono avere un effetto positivo sulle funzioni cerebrali.

Questi includono in particolare:

Sale disodico di pirrolochinolina chinone – PQQ: La PQQ si trova in molti alimenti, come alcuni tipi di frutta e verdura, prodotti di soia e tè. In realtà, le quantità più elevate di questo nutriente si trovano nel natto (semi di soia fermentati). L’importanza della PQQ per l’uomo è stata scoperta solo nel 2003. Oltre ai suoi effetti regolatori sul metabolismo generale e quindi anche sulla forma mentale, può anche potenziare molti degli effetti di altre vitamine.

Voacanga Africana: si tratta di una specie vegetale della famiglia della canna da zucchero. Oltre alle sue proprietà di protezione cellulare, questo estratto può favorire la circolazione sanguigna e contribuire a sostenere i livelli di ATP nelle cellule nervose.

Inositolo: si trova, tra l’altro, in cereali, noci, semi, legumi, frutta e verdura. L’inositolo e i suoi derivati svolgono un ruolo importante nella trasmissione dei segnali all’interno delle cellule. Ad esempio, i segnali che entrano nella cellula dall’esterno vengono trasmessi dalla membrana cellulare al nucleo della cellula con l’aiuto dell’inositolo. In questo modo, il metabolismo cellulare si adatta alle esigenze esterne e le cellule sono indotte a produrre sostanze specifiche in base alle necessità.

Colina: la colina appartiene al gruppo delle ammine biogene ed è presente in quasi tutte le forme di vita. Gli alimenti ricchi di colina sono soprattutto le uova. La colina svolge un ruolo importante nel metabolismo degli aminoacidi ed è coinvolta nella formazione di sostanze importanti per l’organismo, come il fosfolipide lecitina nella formazione della membrana cellulare. Dalla colina si forma anche l’acetilcolina, uno dei più importanti neurotrasmettitori dell’organismo.

DMAE: il dimetilaminoetanolo (DMAE) è un’altra ammina biogena con funzioni simili alla colina. Si trova solo in piccole quantità in alimenti come le sardine e le acciughe. È ugualmente coinvolto nella costruzione della membrana cellulare e serve anche come materiale di partenza per la sintesi della colina.

L’Huperzina è un alcaloide presente in alcuni muschi. È in grado di inibire la colinesterasi e quindi, tra le altre cose, di rallentare la degradazione dell’acetilcolina, il che significa un certo grado di protezione per le cellule nervose.

Il NAD è legato alla vitamina B3, presente in tutte le cellule e coinvolta nella catena respiratoria mitocondriale. Il suo compito più importante è quello di regolare il bilancio energetico delle cellule. Il NADH si trova soprattutto nei prodotti di origine animale, ma anche nelle verdure verdi.

Coenzima Q10 e vitamina E: questi due micronutrienti hanno un effetto particolare sulla membrana cellulare. Nella catena respiratoria, il coenzima Q10 funge da trasmettitore di elettroni sulla membrana cellulare mitocondriale ed è quindi essenziale per la produzione di energia. La vitamina E funge da rigeneratore e stabilizzatore di questi processi. Gli alimenti ricchi di vitamina E comprendono vari oli, noci, semi e verdure verdi. Il coenzima Q10 si trova principalmente nella carne di manzo, pollo, pecora e agnello, nel pesce e nelle uova.

Acido folico: l’acido folico, noto anche come vitamina B9, si trova nelle verdure a foglia verde come spinaci, cetrioli e cavoli. Anche i legumi, le noci e le arance sono ricchi di acido folico. L’acido folico è un coenzima coinvolto in diverse reazioni metaboliche e assolutamente indispensabile per il funzionamento ottimale dell’organismo. È particolarmente importante per la crescita differenziata delle cellule e per la formazione dei globuli rossi, responsabili del trasporto dell’ossigeno.

Ginkgo biloba: i flavonoidi contenuti nella foglia di ginkgo biloba (una specie arborea originaria della Cina) possono contribuire a proteggere dai danni cellulari e a favorire la circolazione sanguigna.

L’acetil-L-carnitina è un estere dell’aminoacido L-carnitina, che a sua volta agisce come molecola di trasporto degli acidi grassi attraverso la membrana mitocondriale. L’acetil-L-carnitina viene metabolizzata nei mitocondri delle cellule, un processo in cui si ottiene energia per l’equilibrio cellulare. Gli alimenti ricchi di acetil-L-carnitina includono carne rossa, pollame, pesce e prodotti caseari. Inoltre, l’organismo vivente forma acetil-L-carnitina dalla carnitina quando è necessario e viceversa.

La fosfatidilserina è un componente essenziale di tutte le membrane cellulari e svolge un ruolo importante nel cervello, in particolare nel rilascio dei neurotrasmettitori e quindi nella trasmissione degli stimoli tra le cellule nervose. La carne e il pesce sono fonti particolarmente buone di fosfatidil serina. Anche i fagioli bianchi hanno un elevato contenuto di questo nutriente.

Ginseng: Il potenziale protettivo delle cellule di questa erba medicinale e la sua capacità di influenzare alcuni recettori cerebrali possono consentire di mantenere uno stato mentale e un funzionamento intellettuale positivi.

Se l'apporto di questi nutrienti attraverso la dieta non è sufficiente o se il fabbisogno è aumentato, è possibile integrarli con speciali integratori alimentari. Alcuni di questi nutrienti vengono assorbiti meglio al mattino e attivano l'organismo, mentre altri vengono assorbiti meglio la sera e favoriscono la rigenerazione. I prodotti a orientamento cronobiologico ne tengono conto.

Capsula AM (mattina)
dose giornaliera
BioPQQ™ Pyrroloquinoline Quinone Disodium Salt
2 mg
Estratto di semi di voacanga africana
15 mg
Inositolo (come esanicotinato ed esafosfato)
230 mg
Colina bitartrato
50 mg
DMAE bitartrato
50 mg
Uperzina (Huperzia serrata)
0,4 mg
Vitamina E (come succinato dell'acido D-alfa tocoferile)
80 mg
NADH® (Panmol)
2 mg
Coenzima Q10
10 mg
Coral Calcium®
25 mg
Bioperine®
2 mg

Altri componenti: stearato di magnesio, SiO2.

Capsula PM (sera)
dose giornaliera
Vitamina B1 (tiamina)
10 mg
Vitamina B2 (riboflavina)
10 mg
Vitamina B12
15 mcg
Acido folico
400 mcg
Acido pantotenico
50 mg
Estratto di foglie di ginkgo biloba
120 mg
Acetil-L-carnitina HCI
100 mg
Fosfatidilserina
30 mg
Estratto di radice di panax ginseng
20 mg
Coral Calcium®
25 mg
Bioperine®
2 mg

Altri componenti: cellulosa microcristallina, stearato di magnesio, SiO2.

Somministrare normalmente 1 capsula AM (gialla) al mattino e 1 capsula PM (blu) la sera con abbondante acqua.

Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta equilibrata e varia e di uno stile di vita sano. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Conservare al riparo dalla luce e all’asciutto, a temperatura ambiente.
Le informazioni pubblicate non costituiscono una cura e non sono intese come richiesta o suggerimento di automedicazione.

Sebbene alcune delle affermazioni sopra riportate sui singoli micronutrienti derivino da studi scientifici, sono state classificate come "non ancora sufficientemente provate" da autorità ufficiali come l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), il che significa che non è possibile confermare alcun effetto positivo.
Il prodotto qui descritto non è stato valutato in modo definitivo dalla Food and Drug Administration (FDA; USA) o dall'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA; Europa). Questo prodotto non è destinato a diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia".
Salvo errori e refusi.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Neurochron®”